12 novembre 2007

Uscita di Noviziato: Lamaquacchiola



Stavolta il tempo è stato splendido, roba da starsene in pantaloncini!
Scopo dell'uscita: raccapezzarsi con le cartine dell'IGM e iniziarsi ai rudimenti della nobile arte di cucinare sul fornellino. In teoria, non mi sarei dovuto preoccupare di nulla, dato che la preparazione dell'uscita è stata completamente demandata alle pattuglie. Animazione, Percorso, Cucina, ognuno aveva il suo incarico da portare a termine. Ma i cuccioli sono ancora inconsapevoli e sapevo che le cose non sarebbero filate, poi, liscissime. Siamo stati abbastanza puntuali e per le 0845 eravamo in marcia. Abbandonata la città a piedi, dopo una mezz'ora avevamo superato la Grotta dei Pipistrelli ( tutta l'area è sottoposta a sequestro da parte della Guardia Forestale - fatto che meriterebbe un Post apposito ). Ci siamo fermati nei pressi del monumento ad Antonio Lamacchia e abbiamo iniziato le nostre attività. Chi mi conosce sa che non amo distribuire fotocopie ma non potevo proprio fare a meno di investire un po' di carta in questa occasione. Prima di tutto per l'esercitazione di orientamento e poi anche per la Catechesi. 'Sta volta non mi è riuscito di 'nascondere' ai ragazzi che l'attività in corso era di Catechesi: bisognerebbe evitare di farla a mo' di spot pubblicitario. Almeno, questo, mi è riuscito. Ma la meditazione sulla Parabola del seme di Senape non ho potuto fare a meno di fotocopiarla ( Grazie alla Caporeparto :-) ). E, poi, il tutto è in perfetta sequenza logica con l'attività della scorsa uscita.



Il giochino sull'orientamento è stato divertentissimo. Non vi dico la meraviglia quando, con ago magnetizzato e bicchiere di carta pieno d'acqua ho costruito una bussola di fortuna! La cosa ha avuto successo e credo che abbiano iniziato a prendere dimestichezza con la triangolazione. Certo, imparare a determinare la propria posizione su una carta con bussola, squadretta e punti di riferimento non è cosa di una mezz'ora, ma siamo sulla buona strada. Poi ci siamo spostati all'Ofra per fare merenda. Io avevo portato il necessario per il caffè. La pattuglia incaricata della cucina ( avevamo scelto di preparare il cioccolato caldo ) ha portato latte, cacao, fornello, tazze e cucchianino ma... niente pentola! Invece di 'arrabbiarmi' ho avuto buon gioco nel sottolienare il grave errore e spero non si ripeta più. In effetti, li ho visti piuttosto meravigliati e colpiti dal fatto che, invece di una lunga filippica, il tutto si sia svolto con le mie tranquille considerazioni sull'accaduto inquadrate nell'ottica che chi si dimentica la pentola poi non mangia.... Idem per l'assenza delle borraccie: quando l'acqua è finita ( solo una ragazza si è portata da bere ) non ho fatto altro che rammentare:" Chi è colpa del suo mal pianga se stesso ". La Comunità è antitetica al parassitismo.
Comunque il caffè l'ho preparato per tutti, non sono poi così spietato... O forse no?
L'ultima parte della mattinata l'abbiamo dedicata a Pallascout. Ci siamo divertiti un mondo, peccato per il mio fiato corto dopo 5 minuti di gioco... Che vergogna!!! La foto qui sotto mi ritrae sorridente tra il primo e il secondo tempo ma stavo schiattando...


Ho scalpato un po' di fanciulli ma non ho segnato neanche una meta...
Il viale del Tramonto?