4 febbraio 2008

Il Pensiero Debole e la Stella Gialla

Tanto per cambiare, vi segnalo la desolante vicenda del boicottaggio proposto da Rifondazione Comunista nei confronti del prossimo Salone del Libro di Torino, reo di aver dedicato l'edizione del 2008 ad Israele. Se potrò, nei prossimi giorni scriverò per esteso le mie opinioni su un tema a me caro.
Riflettete da voi, vi lascio i link a deggli articoli de "La Stampa":
L'intervista al Sindaco di Torino, l'intervento di Yeoshua, scrittore impegnato per una Pace giusta e quello di Gianni Vattimo, filosofo del Pensiero Debole, tanto indigesto al Paolo Nori di 'Bassotuba non c'è', romanzo da me amato e regalato in proporzione.
Alla luce degli ultimi accadimenti, il boicottaggio in questione mi sembra un'ennesima conferma dell'Antisemitismo strisciante o, a voler essere generosi ed ottimisti, nell'incapacità da parte di molti 'insospettabili' di mettere in atto iniziative concrete che avvicinino la Pace invece di accoltellarla, come in questo caso.
Alla pochezza e all'inesattezza di interventi e dichiarazioni pro boicottaggio come quella del Filosofo contrappongo la speranza delle Azioni di Daniel Barenboim, celebre musicista ebreo, che proprio poche settimane fa è riuscito ad ottenere la doppia nazionalità:
ha aggiunto al suo passaporto israeliano quello Palestinese, perché, secondo lui, tutti gli abitanti di Terra Santa, dovrebbero avere due passaporti in quanto Persone che devono dividere la stessa Terra in Pace e in Vita.