8 settembre 2008

CFA Fagnano Castello, un Anno dopo.

Carissimi,
ad un anno di distanza da quei giorni che ci hanno visto assieme vi mando queste righe di saluto e di bilancio. Ricordo come fosse oggi le parole finali di Cesare, profetiche: è difficile mantenere i contatti nel tempo, anche se in quei momenti sembrava impossibile che la nostra famiglia non sarebbe rimasta unita per sempre. Forse, dentro una capsula del tempo, quei giorni resteranno scolpiti per sempre. Ma cosa è rimasto, nella pratica della nostra azione educativa? Che frutti ha portato quella straordinaria settimana?
Forse è ancora presto per azzardare un bilancio della nostra esperienza comune.
Il primo dono che credo di aver sfruttato a dovere è l'Intenzionalità dell'Azione Educativa. Mi ha aiutato molto, quest'anno passato, a focalizzare le energie sui ragazzi e sulle loro esigenze. Ma è nel confronto con la realtà del nostro tempo che si riesce a trovare la forza per donare ancora, oltre la stanchezza, oltre la rassegnazione al marciume che avanza, oltre l'indifferenza e la stupidità. E' nei colori di un'alba rubata al recupero delle sveglie alle 06.00 della settimana lavorativa che si raccoglie la speranza di non scoprirsi inerti, passivi, complici, sconfitti. Perchè la nostra vittoria finale non è nelle cose di questo mondo, non ha bisogno di copertine di giornali o pubblici riconoscimenti.
Un altro anno di attività è già cominciato, tra difficoltà ed entusiasmo.
Un grazie a tutti voi, perchè senza di voi non so se sarei ancora qui.