12 marzo 2009

Sono laboriosi ed economi 3: risparmiamo sulla bolletta grazie ad Intel Atom 330 e a Linux!

Una delle conseguenze dell'incredibile incremento di prestazioni dell'hardware moderno è che per navigare in internet ed usare openoffice ormai è necessaria solo una frazione della potenza dei pc in vendita nei supermercati. Un'altra conseguenza è nell'aumento dei consumi dei nuovi processori multicore... tenere acceso tutto un giorno un computer dotato di CPU dal core, due dischi, unità ottiche, schede video con GPU potenti, beh, inizia a costare anche cifre dell'ordine di qualche decina di centesimi che, moltiplicate per 365, son soldini... L'avvento del fenomeno dei netbook, coi processori Atom dai bassi consumi e dai bassi costi ha infuso nuova linfa nel mercato IT del 2008 2009. Io sono soddisfattissimo del mio Dell Mini 9 e mi sono detto: perchè non costruirmi un mini server domestico? Il mercato di questo genere di sistemi è in espansione, basti pensare al successo della EEE-Box della Asus. E' una soluzione che ho valutato ma che ho scartato per due motivi: costa troppo ed è assai poco personalizzabile. E poi volete mettere il gusto di fare una cosa da se?
Ho progettato il mio serverino all'insegna dell'economicità. Ossia, basso costo d'acquisto, basso costo di gestione.
Il cuore del sistema è una MainBoard MINI-ITX INTEL D945GCLF2. In un quadrato di 15 cm di lato è racchiuso un vero e proprio PC QUAD Core. Si, avete capito bene.
Ma andiamo con ordine. La mainboard integra già una CPU Intel Atom 330 dual core con hyper threading e supporto ai sistemi operativi a 64 bit e ha 8 porte usb, 2 porte PS2, 2 canali SATA ed uno IDE oltre a scheda video e scheda di rete, uno slot per la RAM ( DDR2 ) ed una porta PCI. Il tutto per circa €90. A cui aggiungere 20€ per 2 GB di RAM ( il massimo supportato ) e 50€ per un case decente con alimentatore. A questo proposito credo sia meglio precisare che esistono due filosofie: un case piccolo, con un alimentatore specifico a basso consumo e bassa rumorosità ( prezzo alto, anche 200€ ) o un case normale con supporto mini-atx ed alimentatore standar. Ho scelto questa seconda via, acquistando un FOXCONN TW001 con integrato un alimentatore standard da 300w ( circa 5 volte il necessario... ) e non solo per risparmiare un centianio di eurini, ma per evitare di dovermi dannare alla ricerca di ricambi specifici in futuro. Certo, la silenziosità di questo case/alimentatore non è il massimo, ma mi è costato davvero poco ( € 50,00 )ed è sicuramente più silenzioso del mio notebook DV9244EA. Ho installato un Hard Disk SATA ed uno IDE di recupero ed un masterizzatore DVD, un lettore di schede di memoria ed una scheda wirless PCI Us Robotics sempre di recupero. Quindi, a conti fatti, con € 160 ho un piccolo muletto tuttofare che si sta comportando benissimo.
Anche perchè il sistema operativo scelto è l'instabilissimo Ubuntu 9.04 Alfa 6 a 64 bit! I primi test sono del tutto soddisfacenti e la macchina è stabile e prestante per l'uso firefox/pidgin. Considerate che il processore consuma solo 8W e, sempre per risparmiare, sia l'hard disk aggiuntivo ( installato per scopi di test ) sia il masterizzatore DVD sono scollegati e spenti. Anche la ventola del case per ora è spenta e sto valutando di togliere la ventolina del chipset ( il processore non ha ventole!!!) e sostituirla con un sistema passivo... A breve tenterò di installarci IPCOP ( ma l'hardware è un po' troppo recente per il kernel 2.4 ) e appena esce la versione definitiva di ubuntu 9.04 magari ci installo direttamente la versione server...Insomma, un piccolo gioiellino economico che permette parecchie opportunità...
Qui di seguito vi linko una recensione in inglese in cui potrete sbizzarrirvi coi dati tecnici:
http://www.neoseeker.com/Articles/Hardware/Reviews/D945GCLF2_atom_330/
vi invito a riflettere sul dato secondo cui in meno di un anno di funzionamento questo sistema in Italia ripaga il suo prezzo d'acquisto grazie al risparmio di energia elettrica rispetto ad un PC dual core tradizionale...

PS: spero che a nessuno venga in mente di usare questa soluzione con Windows Vista: a parte il centinaio di euri aggiuntivi per la licenza dubito che ci si troverebbe di fronte una macchina altrettanto performante...