7 aprile 2009

col dito sul bottone

Un intero lungo post dedicato alla situazione associativa che diventa obsoleto in poche ore.
Capita.
Paesi cancellati in pochi istanti.
Capita.
Ma abbiamo ritrovato la fiamma e le nostre avanguardie sono già laggiù.
Noi abbiamo assemblato due squadre di soccorso, compilato le schede, raccolto i codici del censimento, i codici fiscali, i codici di avviamento postale, trovato il caposquadra, inventato le ferie, inviato tutto a chi di dovere per via gerarchica. E aspettiamo.
La squadra mi tartassa, vogliono sapere se ci sono novità, quando si parte, dove andremo.
Ma la casella di posta del gruppo è vuota, il telefono tace.
Io non oso lamentarmi di fronte a tanto orrore, aspetto, tranquillo che arrivi la chiamata semmai verrà. Ogni tanto penso alla CR-F numero 2 che sta già lì e non la invidio, non la invidio affatto. Forse sarò geloso delle sue opportunità di guadagnarsi millimetri quadrati di paradiso, per le sue opportunità di Servizio, ma non le invidio quello che sta vedendo in questi istanti.
Siamo pronti.
E ora mi metto le scarpe e vado a comprare le tende per il Clan.
E anche i fornelletti.
O sono meglio le spiritiere?