12 ottobre 2010

Ubuntu 10.10, il perfezionamento

Già,
il titolo esprime compiutamente il mio pensiero.
Ubuntu 10.10, a meno di guardare davvero in fondo, per un utente normodotato può ragionevolmente essere considerato il perfezionamento della precedente release, la 10.04. Per carità, perfezionamenti azzeccati ed evidenti, soprattutto nell'installer che permette di scaricare ed installare automaticamente i codec proprietari.
Mica una cosa da poco.
Tuttavia, quando il desktop si è caricato, è arduo andare alla ricerca di innovazioni rivoluzionarie. E non mi riferisco all'aspetto grafico, faccenda tutto sommato più d'immagine che di sostanza.
Ad esempio, ancora non è possibile sfogliare una rete di dominio Windows2008R2, il che, francamente, è seccante. Certo, la colpa è di Micro$oft e dei suoi sorgenti chiusi, ma alla fine della fiera il mio netbook ed il nuovo server 10.10 non ne vogliono sapere di parlare con gli altri amichetti della LAN.
Mosso dalla naturale curiosità ho formattato il netbook e ho scelto di fare l'avanzamento di versione al PC dei miei genitori. Tutto è andato benissimo in entrambi i casi.
Anche il serverino di test che ho preparato con Edubuntu per il Linux Day su piattaforma Atom su supporto Compact Flash è del tutto soddisfacente. L'interfaccia della Netbook Edition ( Unity ) mi ha lasciato un po' spaesato ma, finite le configurazioni, tornerò ad usarla se non altro per imparare una cosa nuova e non fossilizzarmi...
Ma ho sempre il dubbio che parte di queste migliorie sono più da aggiornamento che da nuova versione. Dopotutto, navigo, chatto, faccio di conto e scrivo con lo stesso medesimo software della 10.04.1.
La 10.04.1 è davvero riuscita e la sua sostitua non sembra da meno. Ma era necessaria?
Non è questo il luogo per dibattere sul ciclo semestrale di rilasci di Ubuntu, forse è il caso di cambiare marcia ora che lo spunto è raggiunto..
In sostanza: se avete una 10.04 aggiornata e perfettamente funzionante, soprattutto se in ambito lavorativo e/o con complesse configurazioni aggiuntive, non credo valga la pena di aggiornare.
Per tutti gli altri:
precipitatevi all'arrembaggio, la perfezione è vicina...