28 ottobre 2013

Tempi Moderni

"Learco, cosa ne hai fatto dei tuoi talenti?" Grida l'angelo del telavevodetto.
"..."
"Guarda, non perdiamo tempo" Dice l'angelo del questalhogiàsentita all'angelo deltelavevodetto "E' un'altra causa persa!"
"Allora, Learco, cosa ne hai fatto dei tuoi talenti?" Insiste l'angelo della ripetizione.
"Me li hanno rubati."
"Eh?" Esclama l'angelo prontoatutto " Non capisco, non l'ho mai sentita questa in duemila anni di learchi".
"Che significa 'me li hanno rubati'" dice un angelo all'altro:
"Vedi un po' sul manuale"
"Dunque, talenti seppelliti, talenti investiti, talenti raddoppiati, oh, cercate pure voi sull'altra versione"
"Niente, anche qui si parla di mine investite, seppellite, interessi, cose così, ma di furti di talenti niente"
"Deve essere un segno dei tempi, una di quelle cose che ha detto il Principale sarebbero successe verso la fine" dice l'angelo della ragionevolezza.
"Di' quello che ti pare ma noi siamo stati mandati da Learco per sapere che cosa ne ha fatto dei suoi talenti e la risposta: 'me li hanno rubati' non rientra nella matrice di quelle possibili, ci vai tu dal Principale a dirgli che si è sbagliato un'altra volta? Ti ricordi che è successo quando abbiamo dovuto smetterla di far muovere il Sole attorno alla Terra?" grida, esasperato, l'angelo del minimo sforzo.
"Learco, pensaci bene, non è che te li sei dimenticati da qualche parte? Non è così grave, sai" Dice dolce l'angelo del condono.
"Me li hanno rubati".
"Ma non è possibile, chi te li avrebbe rubati?" Prova l'angelo della comprensione
"Zitto Learco, ti proibisco di rispondere!" Interviene l'angelo dell'NSA che prosegue: "Brutti idioti, se vi dice chi gli ha rubato i talenti poi voi che fate?"
"Beh, andiamo dal ladro e glie li facciamo restituire" Risponde l'angelo del candore.
"Deficienti che non siete altro, ma Learco vi sembra un nome Tedesco per caso?" Continua l'angelo del KGB.
"Effettivamente, no" risponde il coro angelico.
"E allora che chiedete cose che vi portano su una falsa pista?" dice l'angelo di ustica.
"Per fortuna sono arrivato in tempo" dice, trafelato, l'angelo dell'alitalia "C'è una nuova disposizione per questa nazione, effettivamente i casi di furti di talenti sono tantini, qualche milione, insomma, registrateli come furti di talenti e tornatevene al vostro cielo"
"E poi? E a Learco che diciamo?"
"Nulla".
"Nulla?"
"Uaglio', capiamoci: è meglio che con quelli a cui hanno rubato i talenti noi non ci parliamo, ci sono in ballo milioni di posti di lavoro..."
"Posti di lavoro?"
"Sì, quelli degli angeli custodi dei derubati"
"Ahhh"
"Già."
"Learco, allora ti hanno rubato i talenti? Che peccato..."



PS: Grazie a Paolo Nori, per Learco e le altre storie.