8 novembre 2013

La Bellezza non è di questa Patria


La mia ultime immagine del profilo, una bandiera italiana ritorta a mo’ di cappio, ha destato qualche preoccupazione e protesta.
Effettivamente, non è una bella immagine.
Ma non è colpa mia se la bellezza non è di questa Patria.
Quella stoffa che strozza non è fatta nè è tirata da una sola persona, nè da una piccola minoranza.
E’ un tessuto, come tutti i tessuti è fatto di fibre sottili, di singole azioni, di singole persone che si intrecciano l’una sull’altra e poi si intrecciano ancora.
Solo che questo tessuto è fatto di azioni cattive anche solo per il contesto in cui sono commesse.
Cattive, non necessariamente illegali.
Azioni che portano al male.
Il Cappio è multicolore, sfuggente, morbido, tenace, intessuto di vigliaccheria e di mille e mille “non è colpa mia, io che ci posso fare”.
E’ fatto dai poliziotti di Genova e dagli sfruttatori che sulla carta di identità hanno scritto imprenditore, mica solo dagli evasori fiscali. 
E’ fatta più dai burocrati che si trincerano dietro ‘la legge ci impone….” di strozzarvi, appunto, che dai politici corrotti.
E’ fatta da docenti universitari e medici divenuti tali per meriti clientelari e che ora sputano nel piatto grazie a cui sono diventati obesi riciclandosi nel nuovocheavanza.
E’ fatta da una Città che respinge al mittente  Unione Europea montagne di soldi perchè la sua leadership non è nemmeno capace di spartirseli.
E’ fatta di cittadini che si comportano in pubblico ed in privato come se fossero gli unici abitanti dell’universo.
E pure da vecchi compagni, reduci da tante battaglie per la libertà e i diritti di uomini e animali che finiscono a militare in una compagine politica che ammette, per ideologia e ragioni elettorali il “reato di clandestinità”.
Un tessuto che  può anche essere perforato, magari, continuado a fare i Linux Day, parlare contro la speculazione edilizia e dando una mano ai Campi Scout.
Può essere perforato, certo, da questi singoli gesti di singoli, ma, purtroppo, questo non rende quel tessuto meno asfissiante.
Oggi credo che vada semplicemente tagliato.
Proprio sul nodo.