14 novembre 2015

contrattacco

Una Comunità Cristiana, al Sabato.
Uomini e Donne che potano i grandi, maestosi, alberi del parco.
Un anziano San Pietro che tiene le chiavi di tutti gli edifici parrocchiali e le distribuisce al bisogno.
I piccoli, i più piccoli bambini del catechismo che arrivano col quaderno sottobraccio.
Si accendono i fuochi per la cena di autofinanziamento della squadra di Pallavolo.
Arrivano i cuochi, si inizia ad apparecchiare il Salone.
Tante tante persone operose, che lavorano assieme.
I ragazzi del Reparto, incluse le giovanissime novizie, fino ad un mese fa Coccinelle, che si danno da fare per pulire il terreno dai resti della potaura perchè tutti possano subito giocarci sopra.
Arrivano le Coccinelle, oggi è giorno di formazione sestiglie e nomina dei Capi e dei Vice.
Che aiuteranno Arcanda in questo lungo volo.
Il lavoro è tanto, scende la sera e la Chiesa è gremita come la notte di Natale.
Ma è solo un sabato di Novembre.
All'offertorio il simbolo preparato da Arcanda con le Coccinelle, un abbraccio, 


l'abbraccio di ogni sestiglia, di ogni bambina, tra ogni ciuccio vecchio che ha spazzato, potato, cucinato, lavorato.
Lo so, ho barato, il simbolo che ho proposto l'ho copiato*, ma mai come oggi credo di averne fatto buon uso.
E se c'è un antidoto al Male che non preveda l'uso di altro male, io credo che sia fatto di Sabati pomeriggio come questi.
Lavoro, gioco, fratellanza, Comunione.

* hint: umanità verso gli altri