8 novembre 2015

#salviniabologna vince tutto

E così, la Sinistra antagonista bolognese è riuscita a far passare dalla parte della ragione pure Salvini.

Non me ne meraviglio affatto.
E' tipico della Sinistra avere conoscenze tatico-strategiche degne di Paperino: scambiare F16 per B52 o farneticare l'equivalenza della posizione geopolitica italiana con quella del Costarica.

Cosi, di fronte all'odio democratico, alla legittima apologia di violenza, al sacrosanto diritto di esprimere l'orrore del razzismo, l'oscenita' dello sfruttamento ascesa a liberta' cosa trovano da opporre i nostri eroi?

Sabotano il nodo ferroviario di Bologna, creando immensi disagi e danni ad un sacco di gente e  provocano scontri contro la Polizia.
Salvini 2, Sinistra Antagonista zero.
Sinistra in generale non pervenuta, probabilmente estinta.
Ma organizzare una bella festa dei popoli da contrapporre alle divisioni leghiste?

Una bella festa vera, di Popolo, con birra, kebab melanzane grigliate e mortadella per tutti.
Con un bel parcheggio sorvegliato per le biciclette.
Per dimostrare che un altro mondo è possibile bisogna dimostrare di essere in grado di immaginarne uno.
Ma la Sinistra, oggi, a Bologna, ha dimostrato che il mondo che ritiene possibile e che fattivamente crea è quello di Salvini: botte e prevaricazione.