13 agosto 2012

Pit Stop in Umbria

Finalmente, siamo riusciti a 'consumare' la nostra vacanza smartbox.
Destinazione: Umbria.
E' stata una vacanza breve e non troppo faticosa nonostante il viaggio, andata e ritorno, sia stato di 1200 km e rotti.
Non abbiamo avuto problemi di traffico, l'autostrada era libera se si eccettuano i nostri bravi italioti a 100 km orari sulla corsia centrale con quella di destra liberissima.
Che dire, l'Umbria è una terra bellissima.
Abbiamo visitato Perugia, Spello, Assisi, Castiglione sul Lago e Todi.
Tutte località bellissime che ti fanno venir voglia di tornare e completare l'opera.

In Umbria, come ovunque in Italia, del resto, si mangia benissimo per tutte le tasche.
L'Umbria è certamente più avanzata di Matera, turisticamente parlando. Ma non sono irraggiungibili.
Come da noi nei Sassi, anche lì ci sono auto nei centri storici.
E, per quanto più pulite, anche in quelle bellissime cittadine ci sono le carte a terra.
Notevoli, però, i percorsi meccanizzati pedonali che collegano i centri storici ai parcheggi fuori porta.
Per me è stato importante rivisitare i luoghi francescani a breve distanza dal Campo Scout.
Ma non come verifica, dato che non c'è miglior verifica del Campo.
Ma come ristoro.
La situazione è difficile ma sarebbe stata peggiore senza questa sosta, questo riposo.
Grazie a tutti per il bellissimo regalo.