4 dicembre 2011

500

Ho superato da qualche tempo la soglia psicologica dei 500 post.
Beh, è una cifra tonda, ma non ha di per se un significato particolare.
Ha qualche significato solo dal punto di vista della vitalità o, meglio, dell'ostinazione logorroica del sottoscritto.
E' vero, l'Onda di Facebook e compagnia bella sta sommergendo il web, spazzando via molti contenitori più tradizionali.
Twitter impone pochi caratteri, Facebook parecchi di più ma non sono luoghi dove sia possibile esprimere concetti estesi ed organici in maniera trasparente e pubblica.
Questi due social network hanno la loro importanza e la loro funzione, ma non sostituiscono gli spazi in cui è possibile e doveroso analizzare le questioni in tutta la loro complessità.
Se non fosse tragica, sarebbe comica la pretesa dilagante tra i più non solo di rifiutarsi di leggere neppure una paginetta A4: per noia? Incapacità di concentrazione? Pigrizia? Fate voi... Ma anche,  contemporaneamente, di ritenersi informati sui fatti ed autorizzati ad esprimere pubblicamente opinioni basate sulla pochezza delle informazioni che si è scelto di acquisire.
Con gli ovvi ed evidenti risultati.
Se la neolingua imperante vorrebbe obbligarci alla sintesi spinta oltre l'insufficienza è mio diletto insistere ad esprimere il mio pensiero per esteso.
Continuerò, quindi, ad esprimere le mie opinioni su quel po' di geopolitica che capisco, su quel po' di Scoutismo a cui posso ancora partecipare, su GNU / Linux e su tutto quello che di interessante avrò la forza di condensare qui, su questo server.
Questo blog nel suo manifesto porta lo scoutismo e linux come temi principali.
Molti altri hanno fatto la loro comparsa e spero di avere tempo ed energie per non abbandonare questa mia testimonianza scritta.
Vediamo, quindi, un po' di numeri:
da queste parti siamo passati in 15mila dal maggio 2009.
In genere, una quarantina di lettori viene a curiosare ogni giorno.
Il Post preferito dai miei lettori è "Danza la Vita", con 620 visite, a cui seguono i post tecnici sulla Spiritiera, la recensione delle Benevole di Littel e, a sorpresa, il mio confronto - analisi tra le spese militari di Svezia ed Italia di esattamente un anno fa.
Il valore che do ai miei post, come ho scritto poco fa, è quello della Testimonianza.
Tornando a ritroso nel tempo, leggendo le cose che ho scritto in passato, è un sollievo ritrovare una coerenza di idee ed azioni che è bene sia conservata in un ambiente in cui mi è capitato di  essere accusato di aver detto "A" adducendo anche un video in cui invece dicevo "B". 
Del resto, come diceva Daniele la settimana scorsa ad Ostuni, di questi tempi, in queste lande, parlare vale di più che dire la Verità. Figuriamoci a scriverla ;)
"L'inverno e la Rosa", quindi, continuerà sulla stessa linea di sempre.
Ringrazio i 17 lettori fissi, quelli che mi seguono mediante feed rss ed i 12 lettori abbonati mediante networked blogs da Facebook.
Spero di non annoiarvi troppo.
499, 500, 1000 post, sono solo numeri.
Le parole ed i pensieri, invece, sono vita.