7 luglio 2014

un volgare riduzionista

Ed eccomi qua, un mese dopo il trasloco.
Casa nuova, quasi vita nuova.
In che senso?
Nel senso che sto cercando di ridurre il mio consumo di carne.
Ma, no: non intendo diventare vegetariano.
Molto semplicemente credo di aver ridotto del... boh.
Di quanto ho ridotto il consumo di carne?
Vediamo.
Per motivi logistici che ora non vi sto a logorroicamente spiegare prima di traslocare pranzavo tutti i giorni in ufficio con un panino imbottito di insaccati.
Poi, aggiungete un paio di bistecche settimanali, un kebab in centro il sabato, il sugo con la braciola la domenica...
Insomma, oggi è passato un mese in cui, invece:

  • il panino imbottito è diventato sporadico, tipo uno ogni 10 gg, al suo posto pranzo con verdura o pasta;
  • la bistecca è diventata rigorosamente monosettimanale;
  • la carne nel sugo è praticamente scomparsa;
  • Sono scomparsi anche gli stuzzichini serali e sostituiti con gallette di mais ed altre cosucce sapide ma non basate su insaccati.

Quindi, ad occhio, direi che ho ridotto il consumo di carne di più del 50% ma non mi spingerei a stimare oltre l'80%.
Poi, siccome non mi piacciono particolarmente le uova e non mi è pratico procurarmi il latte fresco credo di essere diventato, in almeno 3 - 4 giorni a settimana, praticamente vegano a mia insaputa.
Come mi sento? Non poi così meglio, ma innegabilmente più leggero.

Perchè ho preso questa decisione?
Per motivi di salute: nel corso degli ultimi mesi avevo esagerato parecchio coi grassi. 
E messo su pancia.
Ah, le verdure costano un occhio e sono anche più complicate logisticamente, quindi in realtà ho notato che la spesa settimanale (il primo che mi fa osservazioni su quanto sono economici i mercatini rispetto ai centri commerciali o su quanto convenga comprare verdura fresca tutti i giorni lo rispedisco via spaziotempo al suo posto, ossia quello di uno statale degli anni '80) è lievitata di una decina di €.
Ora ho un po' meno pancia, ma non è solo merito del cibo...
Quindi?
Quindi voglio affinarmi nella cucina vegetariana (dopotutto in grigliate ho già il cucchiaio d'oro) ma continuerò a divorare Podolica, salsiccia lucana, agnello arrosto e sushi in ben scadenziate occasioni.


Ah, nel caso vi chiediate perchè non scrivo più di grillini, guerre incombenti, Software Libero, Scoutismo e palazzinaggio selvaggio a Matera con associata bolscevica violazione istituzionalizzata della legge di domanda e offerta, beh, sappiate che è molto più divertente andare in bicicletta ...
Ma questa è un'altra storia e la si dovrà raccontare un'altra volta.

Ma non vi preoccupate, il vostro logorroico preferito tornerà.