14 dicembre 2010

Elhdy Seyou Gadiaga

Per quel che mi riguarda, la notizia del giorno è questa. 36 anni,da 15 in Italia, mio coetaneo, malato di asma ed abbandonato al freddo per due giorni. Il reato per cui i carabinieri lo hanno diligentemente arrestato? Permesso di soggiorno scaduto... Morto perchè clandestino. Ecco, è questa la notizia di oggi. 
Ieri, discutendo col buon dottore a spizzichi e bocconi tra un impegno lavorativo e l'altro mi è venuto da pensare all'efficacia e l'efficienza delle cose che riusciamo a fare nella nostra Vita. In particolare, mi riferisco al post di qualche giorno fa sulla settimana del Volontariato.
Il succo è: i ragazzi del Clan che hanno partecipato alla Colletta Alimentare, secondo me sono stati assai più efficaci di tanti altri che si riempiono la bocca di parole, che consumano CO2 imbrattando il web di geniali progetti tutti uguali mentre il mondo affonda, mentre il Prossimo Nostro affoga nel gelo dell'Inverno.
L'amarezza di aver assistito all'ennesima atrocità di questo paese che affonda è stemperata dalla coscienza che ci sono ancora persone che fanno le cose invece di parlarne e basta. Ma è acuita dalla coscienza di non poter più fare le stesse cose di prima. 
Quindi, a tutti quelli  che mettono a disposizione se stessi per gli altri posso solo raccontare la mia esperienza di queste settimane: per quanto le attività in cui sono impegnato siano potenzialmente foriere di benefici concreti per persone che neppure conosco, devo confessarvi che mi manca la certezza di aver messo un mattoncino al posto giusto, piccolo ma indiscutibilmente concreto.
Chi ha la fortuna di poter Servire, si ricordi che gli è data una preziosa opportunità che potrebbe non essere per sempre.
Per quel che mi riguarda, quindi, la notizia di oggi è questa. 
La notizia di una morte atroce ed assurda, in un paese che nemmeno si rende più conto di essere anch'esso morto.
Quindi, Elhdy Seyou Gadiaga, perdonami perchè tra un mese ti avrò scordato, ma non credo che ti dimenticherò, come non ho dimenticato chi ho dovuto lasciare per intraprendere nuove Strade che spero mi riconducano presto a Casa. 
Purtroppo, per te, come per troppi altri, nulla ha potuto il mio buon cuore, di gran lunga soffocato dalla mia pigrizia, ignavia ed accidia.
Forse, la tua morte, la tua uccisione ad opera di questo Stato, è più colpa mia che della legge Bossi FINI, del Ministro Maroni, fino all'ultimo elettore del PDL o all'ultimo sabotatore del PD.
Perchè molto di più avrei potuto fare invece di allontanarmi da quello che voglio e quello che devo.
Scusaci, non posso offrirti altro.